Manifesto
  Firmatari
  Comitato
  Promotori
  Sostenitori
  Appello per l'educazione
  La Fisica in Moto
  arteducazione
  Polo Didattico Audinot
  Medie Malpighi
  Centro specialistico per l'apprendimento
  Laboratori
  Galileiana
 
  Donazioni
  Sponsorizzazioni
  Pił dai meno versi
  5 x MILLE: un mattone per l'educazione
 
  In primo piano
  Rass. Stampa
  Rass. Fotografica
  Mailing List
  Link utili
  RSS
 
Via S. Isaia 77
40123 Bologna
T 051 6492254
F 051 6492084
info@bolognarifascuola.it
 
Paola Mengoli - mail
news
Forum
scambio file
Rassegna Stampa
newsletter
chat

Elena Ugolini
Preside Liceo Malpighi
Presidente della Fondazione Oppizzoni

torna

 “Bologna rifà scuola” ha un obiettivo importante, che è quello di sensibilizzare la nostra città, in particolar modo il suo mondo imprenditoriale, sui temi dell’educazione; perché il problema educativo non riguarda solo noi insegnanti o noi genitori, ma davvero tutti, imprenditori, professionisti, persone che comunque intendono costruire nella realtà, perché senza educazione non c’è futuro.
Educare vuol dire prendere per mano i ragazzi che stanno crescendo per sostenerli nel loro cammino verso la maturità, significa formare adulti capaci di addentrarsi nella realtà per coglierne la positività e il valore. Allora, aiutare i nostri figli a diventare grandi vuol dire aiutarli a costruire, a mettere a frutto la tradizione culturale da cui veniamo, perché questa è la forza che ci permette di affrontare il futuro, di risolvere i problemi che dovremo affrontare, di inventare sempre qualcosa di nuovo e di originale.
Per questo è nata “Bologna rifà scuola”, che ha un grande obiettivo: rimettere al centro la questione educativa cambiando da subito il modo di guardare i nostri figli, le persone con cui abbiamo quotidianamente a che fare, il nostro lavoro di insegnanti.
“Bologna rifà scuola” parte con due azioni concrete: la prima è il “manifesto” sull’educazione, che è stato già sottoscritto da una trentina di personalità che hanno fatto la storia di questa città: imprenditori, professionisti, docenti universitari, uomini di cultura. Tutti costoro hanno ribadito, firmandolo, che condividono l’urgenza di considerare l’educazione come una responsabilità di ciascuno di noi. Da oggi la firma del manifesto è proposta a tutta la città, perché vogliamo che i suoi contenuti diventino occasione di un dialogo pubblico attraverso la stampa locale, i network radiotelevisivi, gli incontri e il sito internet www.bolognarifascuola.it.
È ora di smettere di parlare della scuola solo litigando sulla “forma” della sua Riforma; bisogna invece andare alla sostanza delle cose: il cuore della scuola è l’educazione, è quello che accade all’interno della classe, il rapporto insegnanti-alunni.
La seconda azione di “Bologna rifà scuola” riguarda un primo progetto rivolto ai più piccoli: l’ampliamento della scuola elementare “Il Pellicano” e la ristrutturazione di un edificio dell’Opera Pia delle Sordomute Povere in via Audinot, dove verranno trasferite le medie “Malpighi” ed in cui si realizzeranno un centro di prima diagnosi sui problemi legati all’apprendimento e una serie di laboratori, aperti ai ragazzi della città, dedicati all’arte, al teatro, ma anche all’italiano, alla matematica, alle lingue straniere e all’informatica. Cominciare dai più piccoli per noi significa mettere al centro quella fascia di età in cui è più importante agire, perché è lì che si costruisce la personalità.
È grazie ai significativi contributi della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e della Fondazione Falciola che è stato possibile avviare la costruzione di queste due opere educative, per completare le quali partirà una campagna di ricerca fondi proposta a tutta la città
A progetto avviato, desidero ringraziare, oltre alla banca Cassa di Risparmio in Bologna che ne ha sponsorizzato la comunicazione, Antonio Romano, presidente di AReA, autore di tanti marchi famosi e ideatore del logo di “Bologna rifà scuola”, che ha messo a disposizione del progetto la sua professionalità. È un marchio stupendo questo, che dice in sintesi che cosa vogliamo fare: aiutare i ragazzi a correre, ad andar nella vita e diventare grandi. Ma per questo c’è bisogno dell’aiuto di tutti ed è questo il senso più importante di “Bologna rifà scuola”.

torna

commenti(0)
  Inaugurazione Fisica in Moto
  Note sul registro
  Bologna canta Dante
  Inaugurazione CEDARTE
  Inaugurazione Audinot
  Festa dei Bambini
  Udienze Caffarra
  Presentazione
  Dal rumore alla sinfonia
prova aperta con il maestro Hengelbrock
  Emergenza Educazione
inc. con Ferrara, Cesana, Giorello
  Futuro prossimo
inc. con Risč, Allam, Vittadini
  Passione e talento
Inc. con Pupi Avati
 
Invia la tua domanda
  dddddddd
  Sotto l'ombrel[...]
  Un libro per c[...]
  Scuole materne[...]
 
  Convegno
 
Copyright © 2005 Bologna Rifà Scuola Via Sant'Isaia 77 40123 Bologna - Tutti i diritti riservati Legale
.script Daniele Balducci