Manifesto
  Firmatari
  Comitato
  Promotori
  Sostenitori
  Appello per l'educazione
  La Fisica in Moto
  arteducazione
  Polo Didattico Audinot
  Medie Malpighi
  Centro specialistico per l'apprendimento
  Laboratori
  Galileiana
 
  Donazioni
  Sponsorizzazioni
  Pił dai meno versi
  5 x MILLE: un mattone per l'educazione
 
  In primo piano
  Rass. Stampa
  Rass. Fotografica
  Mailing List
  Link utili
  RSS
 
Via S. Isaia 77
40123 Bologna
T 051 6492254
F 051 6492084
info@bolognarifascuola.it
 
Paola Mengoli - mail
news
Forum
scambio file
Rassegna Stampa
newsletter
chat

 

Leggiamo poco, noi italiani. Lo sappiamo bene. Eppure quanta ricchezza educativa – oppure quanto semplice rilassamento - spesso c’è in un libro. In poche ore si può fare più strada di un corso universitario o di un anno di liceo o vivere meglio una vacanza. Per questo ritentiamo, anche se destinati alla sconfitta, di lanciare consigli e di alzare una ode alle biblioteche pubbliche, gratuite, della Romagna, a due passi dalle spiagge. Ad esempio la straordinaria e ricchissima biblioteca comunale “Maria Goia” di Cervia, dove troverete di tutto, anche in lingue straniere. Non a caso a Cervia ci passava le vacanze Maria Grazia Deledda, un nobel italiano per la letteratura forse troppo rapidamente dimenticato. E sempre a Cervia, dove aveva preso casa, ci ha lasciato nel ’68, il 22 luglio,  il nostro amatissimo Giovannino Guareschi. Andiamo al consiglio estivo. Quasi trent’anni fa moriva in America John Fante. Vedrete che nel 2013 – morì nel 1983 – se ne parlerà molto. E’ già diventato di moda, forse per il cliché, affibbiatogli da Charles  Bukowski, di scrittore maledetto. Ma John Fante è di più. E’ certamente uno scrittore tormentato. Ebbe una fine drammatica, a causa del diabete. Cieco e con le gambe amputate. Nelle sue opere le sue radici cattoliche e italiane, il suo tormentato rapporto col padre, le sue domande drammatiche, la sua ironia, sono presentissime. In Italia è stato tradotto quasi tutto. Solo di recente però è arrivata una storia ufficialmente per ragazzi, poco nota ma che può piacere e coinvolgere tutti. “Bravo, Burro!”, edito da Einaudi (Bravo, asino!). E’ la storia straordinaria di un asinello coraggioso, di un ragazzo messicano, Manuel, che ribattezzerà il “burro” El Valiente, il coraggioso. E poi la storia di un toro eccezionale ed orgoglioso, Montagna Nera. Ci sono prove, drammi, i rapporti umani messi alla prova, la fragile giustizia umana in una comunità messicana nella “hacienda” dove vive Manuel, guidata da un saggio personaggio. E c’è inevitabile in Fante, la figura tormentata del padre di Manuel, un ex matador di successo, affogato nella tequila. I riferimenti religiosi sono altrettanto presenti. Manuel è convinto che la fede possa spostare le montagne. E la montagna si sposterà in effetti, ci sarà una sorta di miracolo. Buona lettura, Fante qui non vi deluderà.

Gianni Varani

 

 

  Inaugurazione Fisica in Moto
  Note sul registro
  Bologna canta Dante
  Inaugurazione CEDARTE
  Inaugurazione Audinot
  Festa dei Bambini
  Udienze Caffarra
  Presentazione
  Dal rumore alla sinfonia
prova aperta con il maestro Hengelbrock
  Emergenza Educazione
inc. con Ferrara, Cesana, Giorello
  Futuro prossimo
inc. con Risč, Allam, Vittadini
  Passione e talento
Inc. con Pupi Avati
 
Invia la tua domanda
  Sotto l'ombrel[...]
  Un libro per c[...]
  Scuole materne[...]
  Sotto il terre[...]
 
  Convegno
 
Copyright © 2005 Bologna Rifà Scuola Via Sant'Isaia 77 40123 Bologna - Tutti i diritti riservati Legale
.script Daniele Balducci